I lavori di velocità aiutano ad aumentare il VO2max, un tassello chiave nella preparazione delle lunghe distanze

I lavori di velocità aiutano ad aumentare il VO2max, un tassello chiave nella preparazione delle lunghe distanze

Allenare una maratona è molto più difficile di quel che si pensa: di solito ci si concentra sui lunghi dimenticando che allenare la resistenza alla fatica non basta. “I lavori di velocità aiutano ad aumentare il vo2max”, un tassello chiave nella preparazione delle lunghe distanze!

La stimolazione muscolare deve necessariamente essere ampia e consolidata. Sicuramente fare volume con tanti km aiuta la resistenza alla fatica ma non allena la velocità, così abituarsi alla stessa velocità renderà la tua gara poco brillante.

I lavori di velocità costringono a concentrarsi sulla postura delle braccia, dell’addome e delle gambe, così migliorando la stabilità e la tecnica la tua corsa sarà più efficace. Al momento della crisi personale (tra il 32esimo e il 39esimo) l’efficienza ti aiuterà a finire in modo brillante!

Nella nostra periodizzazione, dobbiamo inserire lavori di qualità, cercando il giusto mix tra breve medio e lungo: possiamo scegliere tra allunghi (50/100mt), ripetute (dai 400mt ai 3km), fartlek (variazioni di velocità, non strutturato ma più a sensazione) e tempo run (ripetute vicine al ritmo gara).

Non dimentichiamoci che gli allenamenti agli alti giri aumentano il regime del nostro motore, il VO2Max, quindi la nostra capacità di utilizzare l’ossigeno, facendo scendere la nostra soglia aerobica/anaerobica. Migliora la capacità di recupero. Più efficienti vuol dire più veloci e resistenti! Un buon metodo è quello intermittente, tipo 30″ over-30″ recupero!

Di primaria importanza la progressione nel carico, così come il riscaldamento, il defaticamento ed il giusto recupero tra le serie e le sessioni di allenamento.

Pillola dei fenomeni: negli ultimi anni, i kenioti, non effettuano più lavori estenuanti ma si stanno concentrando sui ritmi gara… intorno ai 3′ al km. Quindi? Proviamo ad imitarli, almeno sul gestire al meglio il nostro carico!

Buon divertimento!!!!

1 Novembre 2019 / di / in
Commenti

I Commenti sono disattivati.